Cambia lingua UNITED KINGDOM ITALIA CHILE FRANCE URUGUAY POLSKA ARGENTINA CESKA REPUBLIKA NEDERLAND DEUTSCHLAND ESPAƑOL UNITED STATES
ALL YOU NEED TO KNOW ABOUT THE GRASS

Psicodelicia®

30-12-2015 - Scatenerà la vostra ispirazione

Una bella signorina dalle radici al germoglio centrale, la rapida crescita, la spettacolare fioritura, l’aroma intenso e un effetto estremamente cerebrale non vi lasceranno dubbi sul fatto che questa varietà diventerà una delle vostre preferite. 

Psicodelicia® (varietà SWS07), della banca di semi Sweet Seeds, è una delle varietà più complete che esistano e si distingue per essere una sativa a fioritura breve che ingloba le caratteristiche di coltivazione dell’indica, una statura media, breve distanza internodale e un’elevata produttività con una grande quantità di resina, ma con l’effetto della sativa, esuberante e cerebralmente attivo, che si addice principalmente ad attività che richiedano immaginazione e creatività.

È una pianta a fioritura “rapida”, se si tiene in considerazione la grande carica sativa, con una percentuale del 30% di indica e del 70% di sativa. Indoor, la fioritura dura solo 8-9 settimane e si raccoglie fra la fine di agosto e la metà di settembre in outdoor. Con un’elevatissima produzione che può raggiungere i 400-600 g/m2 indoor e i 450-700 grammi per pianta outdoor. Proviene da una talea originaria degli Stati Uniti, incrociata con una pianta nepalese. Questa varietà ha un sapore forte, speziato e intensamente torrefatto.

Sebbene si adatti sia in indoor sia in outdoor, le dimensioni e la densità delle cime la rendono soggetta alla comparsa di muffa, ecco perché è sconsigliata la coltivazione di questa varietà in climi eccessivamente umidi.

Coltivazione

La prima confezione di semi di Psicodelicia® l’abbiamo comprata vari anni fa. Li abbiamo fatti germinare e abbiamo cominciato a tenere sotto controllo la coltura. Nell’osservare la velocità con cui hanno messo le radici e sono cresciuti e nel rimanere impressionati dalle enormi cime, abbiamo paragonato i risultati ottenuti nel raccolto e abbiamo deciso di acquistare qualche altra confezione per selezionare una madre. Tutti i semi nelle confezioni erano molto simili e davano risultati paragonabili, tuttavia, abbiamo deciso di cercare piccole differenze a livello di distanza internodale, dimensioni, aroma, quantità e qualità dell’erba, per scegliere poi la migliore e tenerla come madre, portando nella nostra coltivazione talee vigorose che ci daranno molte soddisfazioni in ogni raccolto. Ogni talea produceva fra i 30 e i 45 grammi di cime essiccate con periodi di crescita brevi.

Abbiamo tenuto la Psicodelicia con le caratteristiche migliori per vari anni e i risultati indoor erano spettacolari, con cime enormi e di colore bianco per l’abbondante presenza di resina che richiedevano solo un costante controllo dell’umidità ambientale, come particolare attenzione per verificare la comparsa dei cosiddetti “bananini” alla fine della fioritura. In un gruppo di talee nella stanza di coltura abbiamo scoperto la presenza del ragno rosso e abbiamo deciso di portare outdoor questa serie di talee, portando la Psicodelicia® in una coltura sicura. Abbiamo sfruttato la situazione per studiare i risultati in outdoor per prepararci per coltivazioni future.

L’attacco degli acari è stato scoperto all’inizio di giugno. Lo abbiamo trattato la prima volta indoor con Expelex, un potente insetticida vegetale estratto dai fiori secchi di crisantemo (piretrinas naturales), uniti a sapone di potassio. Due giorni dopo l’applicazione, abbiamo travasato le piante outdoor per evitare che l’infestazione si estendesse anche al resto delle stanze.

La nostra Psicodelicia® si trova già nella sua nuova casa, circondata da verze, pomodori e altra fauna e flora in mezzo a cui passerà inosservata di fronte a chi oggi condanna qualcosa che un domani non saprà neanche spiegare perché ha condannato.

La terra della coltura, lavorata gli anni precedenti, all’inizio ci ha fatti sentire tranquilli, poiché era stata preparata con drenaggio adeguato e disponibilità sufficiente di nutrienti, affinché la nostra pianta potesse dare tutto il potenziale che aveva. Abbiamo preparato una buca di circa 50 litri, nella quale si sono estese le radici fino ad arrivare alla terra madre. La buca è stata poi riempita con una miscela di Bio Terra Plus e un quarto di humus di lombrico.

Dopo sei giorni da quando abbiamo applicato per la prima volta Expelex, abbiamo nebulizzato un secondo trattamento per assicurarci di eliminare completamente l’infestazione di ragni. Non si è più verificata.

Abbiamo irrigato una volta con Biorhizotonic durante la prima settimana e abbiamo applicato solo due volte BioCannaVega come concime per la crescita, dato che la pianta non aveva bisogno di altro per diventare velocemente una pianta che supera i due metri di altezza.

La nostra Psicodelicia® è mattiniera e cominciano presto a vedersi i primi pistilli, il che fa già sognare un raccolto precoce che ci aiuti a evitare il più possibile le prime piogge autunnali. Durante la fioritura, abbiamo integrato l’irrigazione settimanale con BioCanna Flores come concime di fioritura e Bio Boost come stimolatore perché la pianta potesse assorbire tutti i nutrienti di cui aveva bisogno. La crescita dei pistilli e dei fiori è continua, poiché si formano velocemente “menhir” di dimensioni notevoli. I pistilli cominciano ad assumere una tonalità scura e iniziamo a contare i giorni che mancano al raccolto.

All’inizio di settembre, prima del raccolto, le cime erano già così grandi da temere un possibile attacco di muffe, poiché un trattamento preventivo con prodotti era ormai sconsigliato per la fase avanzata della fioritura. In questa occasione, le piogge scarse sono diventate abbondanti e come c’era da aspettarsi, la muffa ha fatto la sua comparsa. Abbiamo dovuto controllare ogni singolo ramo, quotidianamente, per cercare qualsiasi segnale dell’inizio della proliferazione delle spore. Le abbondanti piogge ci portano ogni mattina a scartare un gran numero di cime che devono essere strappate, a causa dell’infestazione della pianta.

Alla fine, anche se abbiamo perso molte cime a causa della botrite, il risultato è stato un totale di 300 grammi di cime impressionanti e saporite. Possiamo quindi dire che è una delle piante più apprezzate e consigliate per la vostra coltivazione.

 

Also of interest ...