Come preparare il burro alla cannabis


Come preparare il burro alla cannabis

Il Burro alla Cannabis (o CannaButter) è un elemento fondamentale nel mondo dei prodotti commestibili alla marijuana. È la forza vitale che permette la creazione di quasi tutti i piatti aromatizzati alla ganja, inclusi i brownies e le space cake.

Il principio generale alla base di questo ingrediente innovativo, è che il burro (eccellente fonte di grasso) riesce ad assorbire i cannabinoidi liposolubili, come il THC e il CBD. In questo modo è possibile aggiungere la marijuana in quasi ogni piatto in cui occorre, o si può inserire, un po' di burro, ottenendo risultati deliziosi.

Per realizzare questo prodotto versatile e straordinario è necessaria circa un'ora di tempo. Per la preparazione occorrono 10-15 minuti, mentre per la cottura completa servono 45 minuti circa.

Prima di iniziare a cucinare, vi consigliamo di decarbossilare la vostra cannabis.

UTENSILI:

  • Spatola o cucchiaio grande
  • Casseruola o padella
  • Ciotola grande
  • Colino
  • Strofinaccio
  • Contenitore ermetico

Ingredienti:

  • 7 grammi circa di cime di cannabis
  • ½ tazza di burro non salato

Preparazione:

Prima di tutto tritate la cannabis decarbossilata, fino ad ottenere una polvere finissima. Così facendo aumenterete notevolmente la superficie della marijuana, che potrà essere assorbita più facilmente.

Mettete poi il burro in una pentola e fatelo sciogliere a fuoco basso. Iniziate ad aggiungere a poco a poco qualche pizzico di ganja. Mescolate con cura ogni volta che inserite la cannabis nella pentola. Un'alternativa vegana al burro può essere l'olio di cocco. Questo olio vegetale è ricco di grassi, quindi facilita l'assorbimento dei preziosi e benefici cannabinoidi.

Lasciate cuocere il composto a fuoco lento per 45 minuti. Mescolate con cura e frequentemente.

Dopo che i 45 minuti sono trascorsi e la cottura è completata, versate il composto nella ciotola grande passandolo attraverso il colino, per filtrare i residui di cannabis più grandi. Schiacciate i pezzi rimasti sul colino con un cucchiaio o una spatola. In questo modo potrete spremere e recuperare ogni goccia di composto.

A vostra scelta, potete filtrare nuovamente la miscela usando uno strofinaccio, per eliminare anche i resti di cime polverizzati che potrebbero aver attraversato i fori del colino.

A questo punto dovreste aver ottenuto un olio di colore verdastro, che alla fine si solidificherà diventando un bellissimo panetto verde commestibile e pieno di cannabinoidi. Inserite il prodotto finale in un contenitore ermetico e mettetelo in frigorifero o in congelatore per prolungarne la durata di conservazione.

Questo estratto può essere utilizzato per realizzare innumerevoli ricette, dai sughi per la pasta alle zuppe d'avena, oltre a torte, brownies, bevande e tanto altro!