Come realizzare l'olio di CBD da soli


Come realizzare l'olio di CBD da soli

L'estrazione di CBD ed altri cannabinoidi attraverso l'utilizzo di alcol alimentare ad alta gradazione, è una procedura sicura e piuttosto semplice. Tramite questo procedimento, un paziente è in grado di produrre un potente olio di CBD terapeutico senza nessuna attrezzatura o competenza particolare.

L'etanolo (o alcol etilico) non rilascia alcun residuo tossico o sgradevole durante l'estrazione. È ritenuto il miglior solvente per la realizzazione di piccole quantità di olio di cannabis ad uso alimentare.

ECCO LA RICETTA

Ingredienti:

  • Circa 30g di gemme tritate, o 60-100g di parti potate, essiccate e tritate o frullate
  • Etanolo o altro alcol ad uso alimentare ad alta gradazione

Strumentazione:

  • Ciotola in vetro o ceramica
  • Setaccio a maglia fitta, come una calza, un colino, o una calza di nylon
  • Contenitore di raccolta
  • Pentola per bagnomaria (un set di due casseruole o pentole una sopra l'altra con uno spazio tra di esse)
  • Cucchiaio di legno, spatola in silicone, imbuto, siringa di plastica

PROCEDIMENTO

Reperite tutta l'attrezzatura con calma e assicuratevi che il vostro spazio di lavoro sia perfettamente pulito e pronto prima di iniziare.

Mettete il materiale vegetale nella ciotola e copritelo completamente con alcol. Mescolate per 3-5 minuti con un cucchiaio di legno per favorire la fuoriuscita di resina. Assicuratevi che la ciotola sia in grado di contenere sia la materia prima che il solvente.

Filtrate il liquido con il setaccio e raccogliete la prima estrazione grezza nel contenitore, spremendo più liquido possibile. Potete mescolare e filtrare ancora con una nuova dose di solvente. In questo modo sarà possibile estrarre più sostanze dal materiale vegetale.

Versate il liquido filtrato nella pentola per bagnomaria e riscaldate fino ad ebollizione. Lasciate evaporare tutto l'alcol senza aumentare la temperatura. Lasciate il fuoco al minimo o spegnete ed accendete secondo necessità. La mistura deve continuare a bollire dolcemente per 15-30 minuti.

Continuate a mescolare e non lasciate che il liquido si riscaldi eccessivamente. Man mano che l'alcol evapora, mescolate il composto e raschiate la ciotola con la spatola di silicone.

A questo punto bisogna trasferire agilmente l'olio concentrato in un flacone di conservazione o un recipiente dosatore prima che diventi troppo denso raffreddandosi. Si può aspirare l'olio di CBD in una siringa di plastica o metterlo in piccoli contenitori scuri e sigillati.

Le porzioni possono essere poi suddivise spremendo piccole quantità di olio dalla siringa, o tramite stuzzicadenti e piccoli cucchiai. Il metodo di estrazione di olio di CBD con alcol etilico è una procedura sicura, ed il risultato ottenuto è perfettamente idoneo per essere ingerito.

La maggior parte degli estratti di CBD è densa e concentrata, e la sua qualità dipende soprattutto dalla materia prima utilizzata. Gli estratti possono essere diluiti con olio di oliva, olio di cocco o altri oli vegetali al termine della procedura, quando l'estratto è ancora caldo. Il composto in questo modo risulta perfetto come unguento da applicare localmente a livello cutaneo.

Nel seguente video potrai vedere come fanno l'olio di CBD ad Endoca. Lui utilizza un metodo leggermente differente, ma il processo è lo stesso.